Versione stampabile

da sabato 4 a domenica 5 settembre 2021 APPENNINI Alta valle del Velino - nelle terre di Vespasiano

associazione culturale in Perugia dal 1986
Casella Postale n° 73 - 06132 San Sisto (PG) email: post@naturavventura.it – www.naturavventura.it

da sabato 4 a domenica 5 settembre 2021

APPENNINI

Alta valle del Velino - nelle terre di Vespasiano

La corona rocciosa del Monte Prato vista dal versante di Cittareale

 

Vi proponiamo due giorni nell’Alta Valle del Velino, un’area dell’Appennino reatino dove nasce, appunto, il fiume Velino, le cui acque più avanti si precipiteranno nel Nera, formando in Umbria le Cascate delle Marmore.

La zona, composta da numerose cime che superano i 1800 m, è percorsa da una rete di itinerari escursionistici poco esplorati con panorami mozzafiato sulle vette più importanti dell’Italia centrale (Terminillo, Gran Sasso, Monti della Laga e Monti Sibillini).

La nostra base di partenza sarà Cittareale, che anche dal punto di vista storico-culturale offre degli spunti interessanti: nel 2005 vi fu scoperto, in maniera del tutto casuale, un frammento di una base di statua con una preziosa iscrizione in versi saturni, di epoca repubblicana, la Pietra di Cittareale. L’importante ritrovamento segnò l’inizio di numerosi scavi archeologici, che misero alla luce il vicus Falacrinae, l’umile villaggio dove nacque l’imperatore Vespasiano come ci tramanda Svetonio: " Vespasianus natus est in Sabinis ultra Reate vico modico, cui nomen est Falacrinae ...”

 

PROGRAMMA

 

SABATO 4 SETTEMBRE 2021

ore 7.45: ritrovo a Ponte San Giovanni parcheggio del Mercato; formazione degli equipaggi; partenza; colazione durante il tragitto in macchina

ore 10.45: arrivo a Cittareale; facile escursione ad anello (ca 10 km, dislivello in salita e discesa di 350 m, ore di cammino compresa le sosta pranzo  4.30) nella Valle del Velino a sud di Cittareale, ad un’altitudine da 800 a 1100 m. Il percorso si articola su comode strade sterrate, con qualche tratto di sentiero e di asfalto.

Punto di partenza e arrivo: Bar Silvana in loc. Pallottini a ca 4 km da Cittareale. Pranzo al sacco.

In questa zona lungo la Via Salaria è stato localizzato l’antico vicus di Falacrinae, dove nel 9 d.C. nacque Tito Flavio Vespasiano, il grande imperatore passato alla storia come il riformatore dell'impero, che fece costruire il Colosseo, il Tempio della Pace, un nuovo foro e dei bagni pubblici (a pagamento), che da lui presero il nome. Gli scavi (ora ricoperti) hanno messo alla luce un abitato (vicus) di 8 ettari, un ampio complesso pubblico dell’età repubblicana, una grande villa che potrebbe essere il luogo di nascita di Vespasiano ed una estesa necropoli tardo-antica (52 tombe).

ore 16.00: visita guidata offerta dal Comune di Cittareale:

- al Museo Civico, inaugurato nel 2009, che contiene tutti i reperti archeologici ritrovati nel corso delle campagne di scavo coordinate dal Prof. Filippo Coarelli.

- alla Rocca, imponente e singolare fortificazione aragonese al confine tra il Regno delle Due Sicilie e lo Stato Pontificio. costruita tra il  XIV e XV sec su un precedente nucleo duecentesco di origine sveva dall'architetto toscano Antonio da Settignano.  

Tardo pomeriggio: spostamento a Posta (a 20 minuti da Cittareale) – sistemazione in agriturismo Dal Poeta (5 camere) e Casale Pica (4 camere),  poi tutti insieme, cena a base di prodotti tipici  "Dal Poeta" a Posta.

 

                                                   Vespasiano                                          La Pietra di Cittareale                                                                 La Rocca di Cittareale

                                                                                                                                                     

DOMENICA 5 SETTEMBRE 2021

ore 7.30 - 8.15: colazione ognuno nel proprio agriturismo;

ore 8.30 partenza per Cittareale.

ore 8.45: zona Cittareale

Scelta, a seconda della propria condizione fisica, fra tre itinerari  verso due importanti cime dirimpettaie dell’Alta Valle del Velino, entrambe molto panoramiche:

1. ITINERARIO FACILE: impianti Selvarotonda (1533 m)– Rifugio Manetti (1537 m) – Monte Boragine (1824 m) A/R

dislivello ca 300 m in salita e discesa; ca 10 km – 3.30 ore escluse le soste

Il percorso è quasi tutto su sterrata, con eccezione della parte finale che è su sentiero. Siccome si tratta di un percorso A/R, uno si può fermare anche sotto la cima. Il panorama è vasto e bello ovunque. Guida del primo tratto: Alberto Stella. Dal rifugio Manetti il gruppo si ricongiunge con il gruppo dell'itinerario 2 (Carlo Arconi).

2. ITINERARIO DI MEDIA DIFFICOLTA':  Chalet Miravalle (1327 m) Rifugio Manetti (1537 m) – Monte Boragine (1824 m) - impianti di Selvarotonda (1533 m) dislivello in salita 550 m, in discesa 300 m), km 14, - ca 5.00 ore escluse le soste.

Si inizia più in basso con un tratto nel bosco di ca 4 km, in salita, per poi raggiungere il gruppo n. 1 al Rifugio Manetti. Da lì, si cammina insieme fino al Boragine e ritorno. (gruppo 1 e 2 con Alberto Stella e Carlo Arconi). Vale anche qui che è possibile fermarsi prima della cima, riducendo i dislivelli.

3.ITINERARIO IMPEGNATIVO:Anello (quasi) Cittareale – Rifugio Pianperiti – Monte Prato (1765 m) - Fonti del Velino – Valle S. Rufo

 dislivello 780 m in salita, 700 in discesa – 12 km – 5.30 ore escluse le soste.  Percorso CAI 474 e 473, su sentieri di montagna con alcuni brevi tratti in salita e discesa ripidi e scomodi, che richiedono un buon allenamento e la massima attenzione, ma non ci sono passaggi esposti o pericolosi. Itinerario molto panoramico con dei tratti spettacolari di alta montagna. Guide: Marina Gismondi, Gianni Sommei, Ineke Lindijer

Ore 17.00 ca: Ritrovo di tutti i partecipanti presso una fonte con area picnic lungo la SP 17 fra il bivio per Selvarotonda e Cittareale per il brindisi finale.

Ore 17.30: Rientro a Perugia – Arrivo verso le 20.00

 

 IL PROGRAMMA PUÒ SUBIRE VARIAZIONI IN BASE ALLE CONDIZIONI METEOROLOGICHE

 

                     

                                   Valle S.Rufo                                                                       NaturAvventura verso il Monte Boragine (agosto 2018)

 

Ritrovo e partenza:  sabato 4 settembre 2021 ore 7.45 precise Ponte San Giovanni Piazza del Mercato
Mezzo di trasporto:  macchine proprie
Rientro a Perugia:  verso le 20.00 di domenica 5 settembre 2021
Percorso in pullman/macchina:  Perugia - Foligno - Valnerina - Cascia - Civita di Cascia - Cittareale
Organizzatori:  Gi(ov)anni Sommei  Ineke Lindijer  Carlo Arconi  Marina Gismondi  Alberto Stella  
Interesse:  storico archeologico, culturale, paesaggistico
Massimo numero di partecipanti:  18
Pranzo:  sabato e domenica al sacco. A richiesta: cestino con due panini + frutta preparato dall'agriturismo Poeta a euro 7.00 per il pranzo di domenica.
Indicazioni utili

Abbigliamento: obbligatori scarponi, k-way o giacca a vento, bastoncini in particolare chi fa l'itinerario A, , creme solari, copricapo, occhiali da sole, felpa, ricambio da lasciare in macchina.

E' necessario che ogni partecipante sia munito del Green pass o di un tampone negativo fatto nelle 48 ore precedenti l’iniziativa e di mascherina.

I partecipanti sono pregati di consegnare il modulo Covid-19 già compilato agli organizzatori prima della partenza.

 

Quota di partecipazione individuale

Min. / Max 18 partecipanti = euro 68,00
 

la quota comprende:
- sistemazione in agriturismi o in Bed & Breakfast di livello “ molto standard “ in camera doppia
- trattamento di mezza pensione con bevande incluse
- assicurazione medica

la quota non comprende:

- il viaggio
- il pranzo del 1* giorno e del 2* giorno

- la tassa di soggiorno
- assicurazione annullamento

Un eventuale annullamento per numero insufficiente di partecipanti, maltempo o qualsiasi altra causa verrà comunicato in tempo utile per email a tutti i soci, che sono pregati di controllare la loro posta elettronica, oppure di consultare il sito di Naturavventura. In mancanza di comunicazioni l’iniziativa si svolgerà come da presente programma.

L’iniziativa è riservata ai soci in regola con il pagamento della quota associativa dell’anno in corso.