Versione stampabile

Sabato 21 maggio 2022 LE VIE DELL'ANTICHITA' Monte Malbe questo sconosciuto

associazione culturale in Perugia dal 1986
Casella Postale n° 73 - 06132 San Sisto (PG) email: post@naturavventura.it – www.naturavventura.it

Sabato 21 maggio 2022

LE VIE DELL'ANTICHITA'

Monte Malbe questo sconosciuto

Da Ellera a Cenerente attraverso Monte Malbe: castelli, eremi, partigiani, osservatorî, boschi, cappelle e osterie

Il Monte Malbe è da sempre meta di passeggiate ed escursioni, ed è dunque ben noto ai Perugini, ma con questa escursione ci proponiamo di vedere il monte nella sua complessità naturalistica, storica e insediativa, forse non conosciuta da molti. In particolare, l’escursione ripropone una antica via diretta sudovest-nordest che attraversava il monte Malbe da Chiugiana (dove si ricollegava alla via regale Cortonese e alla via Chiugina) alla valle dell’Oscano, ove si ricollegava alla via maestra per Umbertide-Castello. La via è tuttora presente sul terreno, in parte ridotta a sentiero, in parte carrozzabile, ma in parte cancellata dalla nuova urbanizzazione.

 

Si faranno due deviazioni per raggiungere gli eremi del monte, che insieme ai Cappuccini costituivano gli insediamenti religiosi che testimoniano le tensioni e gli scontri interni alla Chiesa perugina del medioevo.

Momenti storici di grande rilevanza sono legati alla presenza del castello di Chiugiana, punto di controllo delle vie verso Chiusi e Cortona, alla festa della restituzione del Monte al Comune nel XVI secolo, e agli avvenimenti legati all’occupazione tedesca tra il 1943 e il 1944, con la costituzione della prima formazione partigiana e poi all’installazione di una batteria tedesca che bombardava la città liberata.

Trattandosi di un percorso che ricollegava due importanti vie storiche perugine, sembra ovvio che la partenza e l’arrivo siano segnate da due antiche osterie (gli autogrill dell’antichità): l’osteria dell’Ellera e l’osteria del Corniolo, oggi sostituite da non meno funzionali bar e distributori.

 

 

Notevoli anche due strutture naturalistiche, oggi purtroppo chiuse, come il Centro recupero rapaci e l’Osservatorio astronomico “Maffei”. Non sarà infine trascurata la centralità del bosco, e la sua importanza per Perugia, con le sue aree contraddistinte da olivi, lecci, castagni e querce.

Ritrovo e partenza:  ore 8,00 al Parcheggio Cva dei Rimbocchi; oppure 8,40 alla fermata bus di Ellera (davanti al Kiss Bar).
Mezzo di trasporto:  Auto proprie e autobus di linea. Costo di due biglietti (A/R) € 3,00 (sconto per i pensionati con il biglietto UP verde)
Rientro a Perugia:   previsto per le ore 16,00 – 16,30
Organizzatori:  Renzo Zuccherini  
Descrizione itinerario a piedi

L’appuntamento è al parcheggio dei Rimbocchi, dove si può lasciare la macchina. Prenderemo l’autobus (linea F) fino ad Ellera.

Da Ellera si risale Via Lenin fino a Chiugiana, e attraverso la ripida salita del grande oliveto chiuso (il Ravacchio) e la villettopoli della Trinità, si arriva ai boschi di leccio e alla quiete del Romitorio, poi si riprende la via antica al vocabolo Le Trosce; breve puntata all’Osservatorio astronomico “Maffei”; da qui raggiungeremo l’eremo di S. Maria del Sasso, da cui torneremo sull’antica via all’altezza della villa Cerruti (o Galletti), quindi sentiero tra i castagni e tappa ai Cappuccini: da qui scenderemo sul sentiero dapprima comodo, poi sempre più impervio, della Cappella delle Grazie, fino all’Osteria del Corniolo, dove aspetteremo il comodo autobus per tornare ai Rimbocchi, o ad Ellera.

Difficoltà:  E. Percorso non difficile ma impegnativo; tratti di discesa su pietrame sconnesso. È richiesta una discreta condizione fisica sia per la lunghezza del percorso che per i tratti in ripida salita. 
Lunghezza percorso:  circa 13 km
Dislivelli:   In salita quasi 600, altrettanti in discesa
Ore di cammino escluse le soste:  4.30
Interesse:   Storico, paesaggistico, naturalistico
Massimo numero di partecipanti:  40
Pranzo:  al sacco a cura di ogni partecipante. Si incontrano due fontanelle: a Chiugiana e al convento dei Cappuccini
Indicazioni utili

Abbilgiamento: obbligatori scarponi da trekking alti alla caviglia, opportuni i bastoncini, abbigliamento da montagna, e adatta alla stagione.. Ricambio da lasciare in auto. Tenere mascherina a portata di mano per eventuali visite in ambienti chiusi.

 

Quota di partecipazione individuale

Costo di due biglietti (A/R) € 3,00 (sconto per i pensionati con il biglietto UP verde)

Un eventuale annullamento per numero insufficiente di partecipanti, maltempo o qualsiasi altra causa verrà comunicato in tempo utile per email a tutti i soci, che sono pregati di controllare la loro posta elettronica, oppure di consultare il sito di Naturavventura. In mancanza di comunicazioni l’iniziativa si svolgerà come da presente programma.

L’iniziativa è riservata ai soci in regola con il pagamento della quota associativa dell’anno in corso.

Allegati