Skip to main content

UMBRIA: Pietralunga: anello di Castelfranco

Data: 
Domenica 25 ottobre 2009

 Per piccoli e grandi soci

 UMBRIA: Pietralunga: l’anello di Castelfranco

Partenza da Perugia  dal piazzale della biblioteca di San Sisto alle ore 09.00 con auto proprie  destinazione loc. San Felice vicino Pietralunga. Si parcheggiano le auto nelle immediate vicinanze della  chiesa, lungo la strada.

 

 

Eretta su un poggio a quota 709 mt., la fatiscente piccola chiesa, è facilmente raggiungibile con una breve deviazione dal percorso.

Si imbocca il sentiero che sale tra grandi esemplari di roverella e dopo poche centinaia di mt. affiora il basolato  di arenaria del diverticulum romano che collegava l’antico Forum Julii Concupiensum ( l’attuale Pietralunga ) e la valle della  Carpina con la strada consolare Flaminia.

Da notare a lato della strada alcune tombe alla cappuccina.

Si prosegue sul crinale in salita e per tracce di sentiero si giunge alla sommità di monte Castellaccio (839 mt.) ottimo punto panoramico sull’appennino centrale.

Percorrendo un piccolo tratto di strada asfaltata si arriva a Castelfranco dove nell’area della chiesa consumeremo il pranzo. Nei pressi è presente un ristorante che prepara ottima “ciaccia” sul panaro.

L’elegante costruzione fu eretta nel 1540 come santuario mariano, sullo spartiacque appenninico.

Le due falde del tetto infatti alimentano da un lato le sorgenti della Carpina (affluente del Tevere) e dell’altro quella del Certano (affluente del Metauro).

Si prosegue su strada imbrecciata che con largo giro scende verso la valle della Carpina.

Superato il ponte sul torrente , si abbandona la strada e si guada il corso d’acqua e ci si inerpica su sentiero lungo un versante collinare boscato.

Si riguadagna quota affacciandosi sull’ampio pianoro indicato con il toponimo di “campo battaglia” in ricordo di uno scontro tra le milizie romane e quelle cartaginesi guidate da Asdrubale.

Superata una struttura ricettiva si torna sulla strada bianca nei pressi della chiesa di San Felice.

Ci si sposta di pochi km con le auto per raggiungere l’azienda La Cerqua in loc. San Salvatore.

Qui sarà possibile godersi in completa libertà l’ambiente circostante, un interminabile susseguirsi di colline che, prima di raggiungere lo spartiacque appenninico, si scompaginano in tortuose vallate,dove fitti boschi rivestono le pendici, dando l’impressione di un paesaggio primordiale armonioso e selvaggio.

Difficoltà: Il percorso si sviluppa su strade bianche aperte al traffico veicolare (molto rado) e su sentiero  nel bosco, su semplice tracciato.

 

 

Lunghezza del percorso circa 7,6 km, durata della camminata circa 4 ore, soste escluse.

Dislivello complessivo in salita e discesa circa 300mt.

Interesse: paesaggistico, naturalistico

Abbigliamento: da escursionismo , scarponi obbligatori

Pranzo: al sacco o crescia alla trattoria Mandrelli

Ritorno a Perugia: libero

Prenotazioni non obbligatorie ma consigliate per poter organizzare al meglio:

da lunedì 19 ottobre a venerdì 23 2009 telefonando (escluse segreterie telefoniche) a: ANGELELLA SERGIO e ZURLI GIAMPIERO

L’escursione è riservata esclusivamente ai soci in regola con il pagamento della quota sociale dell’anno in corso.