Skip to main content

UMBRIA: Città della Pieve tra antico e moderno

Data: 
Domenica 19 marzo 2017

Partenza: da Perugia parcheggio Pian di Massiano lato Sulga ore 8,15.
Percorso in autobus: Perugia, Case Nuove di Magione, S.Arcangelo, Po' Bandino di Città della Pieve.
Percorso a piedi: Affrontando il “percorso delle tre Pievi” partiremo da San Litardo frazione di Città della Pieve, dove avremo modo di visitare la ottocentesca chiesa di Santa Maria in Litardo e la collezione di arte contemporanea “ Il Giardino dei Lauri “, di proprietà di Angela e Massimo Lauro e costituita da circa 70 opere di autori italiani e stranieri, collocate all'interno di un ex edificio industriale e nell'antistante giardino con splendida vista sul lago Trasimeno.
Dopo la duplice visita inizierà il nostro percorso a piedi su comoda carrareccia, che ci porterà a salire sino a raggiungere in posizione panoramica la chiesa di San Biagio; da qui ridiscenderemo e ci inoltreremo in un sentiero nel bosco e, dopo aver superato il fosso su comodo ponticello, risaliremo lambendo un piccolo borgo testimone di trascorsa vita contadina, oggi in pressoché totale stato di abbandono.
Percorrendo la strada vicinale di Marciano, raggiungeremo la chiesa campestre di Canale e da qui, dopo aver percorso circa seicento metri di strada asfaltata, arriveremo alla villa Castelluccio Palusse, oggi convertita in resort, sita nelle immediate vicinanze di Città della Pieve che raggiungeremo dopo essere passati per le antiche fonti della Trova e dopo aver ammirato - in un solo colpo d'occhio - la sintesi tra antico e moderno, ovvero il complesso duecentesco di S. Agostino ed il Liceo Scientifico e Linguistico “Italo Calvino” realizzato negli anni 90 del secolo scorso, su progetto dell'architetto ticinese Mario Botta.
Infine, dopo un libero giro della città visiteremo, nell'ambito del circuito museale di Santa Maria dei Servi, la omonima Chiesa trecentesca ove è conservato l' affresco “La deposizione della Croce” del Perugino e nella cripta i materiali provenienti dalla tomba etrusca di Laris, fortuitamente rinvenuti nel mese di ottobre 2015 in territorio pievese e portati alla luce soprattutto grazie al volontario intervento, tra gli altri, di archeologhe dirette della Dott.ssa Silvia De Fabrizio, che ci accompagnerà nella nostra visita.
Difficoltà: nessuna, dislivello in salita e discesa di circa 250 metri complessivi per circa dieci chilometri.
Tempo di percorrenza a piedi: circa tre ore escluse le soste.
Interesse: paesaggistico,storico-artistico ed archeologico.
Abbigliamento: adatto al periodo, consigliato l'uso dei bastoncini in caso in eventuali tratti fangosi.
Pranzo: al sacco.
Costo: da 12 a 15 euro secondo il numero dei partecipanti, oltre 6 euro per circuito museale compresa la guida.

Un eventuale annullamento per maltempo o qualsiasi altra causa, verrà comunicato per e-mail entro sabato 18 marzo; siete quindi invitati a controllare la vostra posta elettronica, oppure a consultare il Portale di Naturavventura. In mancanza di comunicazioni l' escursione risulterà confermata e si svolgerà come da presente programma.

L’escursione è riservata esclusivamente ai soci in regola con il pagamento della quota sociale per l’anno in corso.

Prenotazioni:


Per leggere i dettagli di questo campo, devi risultare iscritto all'associazione: se lo sei clicca qui:
Accedi.
In caso contrario Iscriviti o Rinnova
Pubblicato su