Skip to main content

UMBRIA: 3ª tappa Sentiero Europa: da Acquapartita a Tranquillo

Data: 
Domenica 6 settembre 2009

 Terza tappa del sentiero che attraversa tutta la catena appenninica della nostra regione da Bocca Trabaria a Castelluccio di Norcia. Questa tappa è caratterizzata dalle Serre di Burano, gruppo montuoso argilloso-arenaceo con andamento NO-SE, morfologicamente caratterizzato da un doppio allineamento di piccole creste che separa l'Umbria dalle Marche, dividendo il bacino idrografico del Tevere dai bacini dei fiumi adriatici.

Ritrovo e partenza: alle ore 7.30 precise da Perugia, Pian di Massiano - parcheggio Minimetrò lato deposito Sulga e Questura. 

 

 

Percorso in autobus: Perugia, Città di Castello, Apecchio, Acquapartita.

Escursione: L’inizio da Acquapartita (878 m) è molto dolce per un sentiero quasi pianeggiante che si snoda all’ombra del rimboschimento a conifere della Serra dei Castagni. Attraverso la Serra di Caimarchi si scende per un sentiero impervio nel bosco ceduato (indispensabili i bastoncini, soprattutto in caso di terreno umido) fino a Campocolice (576 m). Qui si incrocia la strada carrozzabile dove l’autobus ci aspetterà per farci superare circa 4,5 km di asfalto. Lasciato l’autobus prenderemo una sterrata per casa Buttafuoco e poi il sentiero in salita che ci porterà sulle Serre di Burano, con scorci sui massicci del Monte Nerone (che ci lasceremo alle spalle) e del Monte Catria. Dalla croce di Pian di Serra (1020 m), quota più alta dell’escursione, si prosegue per il crinale incontrando una stazione di rilevamento sismologico dell’Istituto Nazionale di Geofisica. Arrivati al Monte Rosso (905 m), dopo una breve salita e superato Poggio Pacchette (874 m) cominceremo la discesa nel bosco, a tratti tra prati di felci rigogliose, raggiungendo una strada bianca che seguiremo fino al torrente Burano per poi costeggiarne il corso. Attraversato un piccolo fosso, affluente del Burano, in breve scenderemo a Tranquillo (430 m).

Difficoltà: si tratta di un percorso mediamente difficoltoso soprattutto per la lunghezza di circa

22 km, mentre il dislivello in salita è di circa 650 m e in discesa di circa 800 m. Richiede pertanto un buon allenamento per una camminata di circa 7 ore escluse le soste.

Interesse: naturalistico-paesaggistico.

 


Abbigliamento e attrezzatura: sono obbligatori scarponi da trekking, k-way e ricambio. Indispensabili cappello, occhiali da sole e creme solari per vari tratti di crinale fuori dal bosco. Si raccomanda una scorta sufficiente di acqua: durante il percorso incontreremo una sola fonte a Campocolice (dopo circa 2 ore di cammino, poco prima di riprendere l’autobus per lo spostamento intermedio). Si consigliano i pantaloni lunghi in quanto il sentiero passa spesso attraverso una vegetazione molto fitta, anche di rovi.

 

Pranzo: al sacco.

 

Ritorno a Perugia: previsto intorno alle ore 20,30.

 

Costo: €

 

15 a partecipante.

Prenotazioni: da lunedì 31 agosto a venerdì 4 settembre 2009 fino ad un massimo di 25 partecipanti, telefonando a: Giancamillo Sanvico (ore serali) o Giuseppina Lombardi

L’escursione è riservata esclusivamente ai soci in regola con il pagamento della quota sociale dell’anno in corso. 

Pubblicato su