Skip to main content

TOSCANA: Abbazia di S.Antimo: fate, musica e vino

Data: 
Domenica 23 febbraio 2020

In una zona ricca di acque, tra la via Clodia e la via Francigena e lungo un percorso etrusco  che da Chiusi si dirigeva ad ovest , sorge l’ Abbazia di Sant’ Antimo  oggi non più abitata dai monaci

L’ Abbazia fu costruita in una notte dalle fate ed è per questo che le sue linee sono così equilibrate, perfette, essenziali ed ancora oggi tutto il territorio circostante è considerato un luogo di concentrazione spirituale e di forze in qualche modo magiche.

Le  ricostruzioni documentarie  attribuiscono la fondazione dell’ Abbazia a Carlo Magno che – si racconta -  nel 781, tornando da Roma si fermò alla confluenza del torrente Strangia con il fiume Orcia perché  il suo esercito era stato colpito dalla pestilenza. Grazie all’ intervento miracoloso di un angelo che gli consigliò di assumere un’ erba speciale, poi detta carolina, la pestilenza fu sconfitta; per riconoscenza Carlo Meno fece erigere l’ Abbazia dedicandola a Sant’ Antimo - martire romano il cui corpo gli era stato donato dal Papa  .

Nei secoli l’ Abbazia è stata sede di monaci benedettini, poi dei Guglielmiti ( ordine monastico sciolto nel XVII sec. ) , sede comune di benedettini e guglielminti finché nel 1462 la comunità monastica fu sciolta e il complesso rimase in abbandono fino alla fine del XIX quando cominciarono i restauri. Dal 1989 al 2015 fu affidata ai Canoni regolari premostratensi e poi si Benedettini della Congregazione di Monte Oliveto Maggiore fino al 2019.

PERCORSO

8.00   Partenza  da Perugia

10.00 Arrivo a Sant’ Antimo

         Visita al complesso abbaziale ( ruderi) e alla Chiesa

11.00  Messa con Canto gregoriano 

12.00inizio del percorso a piedi  da Sant’ Antimo a Montalcino tra le vigne del Brunello con soste a

          Fattoria Villa a Tolli, Fattoria dei Barbi, Poggio della Civitella (  castelliere etrusco)

17.00 Arrivo a Montalcino e sosta in paese

18.00 partenza per Perugia

20.00 circa Arrivo a Perugia

DISLIVELLO: 500 m in salita e 350 in discesa

DIFFICOLTA’: ilpercorso si snoda prevalentemente su facili carreggiate

INTERESSE : naturalistico, storico, enologico

MEZZO DI TRASFERIMENTO: Autobus

RITROVO E PARTENZA: Zona Centova parcheggio lato Borgonovo ore 8.00

COSTO: circa 15 euro in relazione al numero dei partecipanti

 

Un eventuale annullamento per maltempo o per qualsiasi altra causa verrà comunicato per e-mail entro sabato 22 febbraio; pertanto gli iscritti all'escursione sono invitati a controllare la loro posta elettronica, oppure a consultare il sito di NaturAvventura. In mancanza di comunicazioni, l'escursione risulterà confermata e si svolgerà regolarmente come da presente programma.


 

 

Prenotazioni:


Per leggere i dettagli di questo campo, devi risultare iscritto all'associazione: se lo sei clicca qui:
Accedi.
In caso contrario Iscriviti o Rinnova
Pubblicato su