Skip to main content

PARCO NAZIONALE DEI MONTI SIBILLINI: Monte Argentella (in notturna)

Data: 
Sabato 2 e Domenica 3 settembre 2006

VENTENNALE

R I P R O P O S I Z I O N E
In occasione del suo ventennale, NaturAvventura propone ai soci una vera notturna e la propone sul Monte Argentella posto praticamente al centro della catena dei monti del Parco e di abbastanza facile accesso.
L'alba in vetta è a tuttoggi una esperienza importante che si consiglia a tutti: è un modo di camminare, di notte, diverso dal farlo di giorno con le vedute consentite dalla luna fino allo straordinario spettacolo del nascente chiarore dell'alba e poi del progressivo illuminarsi del panorama alla nascita del sole di un nuovo giorno.
L'uscita proposta per la notte fra il 5 ed il 6 di Agosto, benché avesse raccolto notevoli adesioni, non si è potuta effettuare stante le condizioni atmosferiche che debbono ovviamente essere perfette per la qualità e la sicurezza della gita. Condizioni che ovviamente ci auguriamo si verifichino questa volta.

Partenza : ritrovo alle ore 18,00 di sabato 02 Settembre 2006 a Perugia - Piazzale del Bove e partenza con mezzi propri (ogni equipaggio dividerà il costo del carburante) e partenza immediata per Castelluccio di Norcia.

Cena: alle ore 20,30 tutti insieme in un ristorante di Castelluccio

Escursione: alle ore 23,30 circa poco sotto l'abitato di Castelluccio, lasceremo le macchine e prenderemo il sentiero in leggera salita che ci porterà rapidamente alla Capanna Ghezzi (ricco mercante di campagna che nel 1871 acquistò centinaia di ha sul Vettore; la capanna è ora in gestione al CAI di Perugia) e da qui, sulla destra del rifugio, parte il sentiero che percorreremo sino alla selletta sotto Colle Albieri, qui si piega a destra e si prosegue per il nitido sentiero che tagliando la mole massiccia dell'Argentella raggiunge Forca Viola con spettacolari vedute notturne su Castelluccio di Norcia, il Pian Grande e i monti circostanti. Da Forca Viola si sale rapidamente alle vetta dell'Argentella per sentiero non sempre evidente, ma con direzione obbligata.

Alba: seduti (o allungati) sulla vetta si aspetta l'alba annunciata dal rosso infuocato del sole che mano a mano sale da est.

Discesa: continuando per il sentiero sommitale dell'Argentella, si arriva al pianoro che lo separa dal Palazzo Borghese e da lì per tranquillo sentiero (denominato a suo tempo Strada Imperiale per l'importanza che aveva, essendo uno delle tre strade doganali e cioè sottoposta al pagamento di un pedaggio; tuttora segna il confine tra Umbria e Marche) si scende di nuovo a Casale Ghezzi e poi alle macchine.

Domenica: essendo con mezzi propri si deciderà sul posto chi vorrà tornare a casa e chi invece vorrà utilizzare la giornata di domenica (per intero oppure a metà) per fare un'altra camminata nel cuore dei Sibillini.

Difficoltà: praticamente alla portata di tutti (dislivello 650 metri).

Interesse: di grandissimo fascino.

Abbigliamento: deve essere assolutamente molto curato poiché le ore della notte in cresta presenteranno freddo e forse vento maggiormente avvertiti da fermo durante l'attesa dell'alba: ideale un sacco a pelo meglio se leggero ed estivo, 2 pile cariche, una bevanda calda più ricambio in macchina.

Iscrizioni: telefonando entro venerdì 1 settembre a Renzo Patumi in modo da verificare l'esistenza di un numero minimo (10) che giustifichi l'escursione.

L’escursione è riservata esclusivamente ai soci in regola con il pagamento della quota sociale dell’anno in corso.

Pubblicato su