Skip to main content

MONTI LEPINI: Cori-Norba-Ninfa

Data: 
Da sabato 14 a domenica 15 maggio 2016

Ci attendono due intense giornate, ricche di sorprese e di emozioni per i luoghi che andremo a scoprire o a rivedere in un perfetto connubio tra natura ed arte.

Il programma del primo giorno prevede un salto indietro nel tempo fino al Medioevo con la visita a tre dei luoghi più affascinanti del territorio.

Abbazia dei Santi Pietro e Stefano di Valvisciolo. Ubicata nei pressi di Sermoneta, oltre ad essere uno dei più begli esempi di architettura gotico-cistercense in Italia, prototipo delle piccole chiese derivate da Fossanova, l' abbazia è anche tappa essenziale di un itinerario che si dipana tra i miti e le leggende sorte attorno al misterioso e controverso Ordine dei Templari.

Castello di Sermoneta. Nel Medioevo, alle pendici dei monti Lepini scorreva la Via Pedemontana o Consolare, diventata la “Francigena del Sud”, unica via di collegamento per mercanti e pellegrini verso il fertile Meridione e la Terrasanta dopo l' impaludamento dell' antica Appia. La animavano intensi traffici commerciali che sfruttavano anche la navigazione di palude, collegata con quella marittima con i porti di Terracina e Gaeta). Collocata su un avamposto collinare dei Lepini, la posizione dominante sulla via Pedemontana conferiva a Sermoneta un valore strategico eccezionale, che ben compresero gli Annibaldi quando edificarono la prima rocca a metà del Duecento, ma ancor più i Caetani e, per una breve parentesi, i Borgia, che tra la fine del Duecento e l' inizio del Cinquecento, la trasformarono in una fortezza militare inespugnabile, ma anche in una ricca residenza rinascimentale.

Ninfa. Collocata esattamente sotto l' altura dove sorgeva la città di Norba, Ninfa fiorì mentre Norba si spegneva nel XII secolo, assumendo grande importanza come stazione di dazio lungo la Via Pedemontana. Oggi è anch' essa una rovina, altrettanto sorprendente e magnifica della soprastante Norba. Le alterne vicende di Ninfa, fatte di molteplici morti e resurrezioni sono state determinate nel bene e nel male dalla famiglia Caetani. Ma la storia travagliata e virile del Medioevo fatta di conflitti, mura, torri e merli, ha un epilogo al femminile grazie all' iniziativa di tre donne della famiglia, l' inglese Ada Bootle Wilbraham, l' americana Marguerite Chapin e l' italiana Lelia, le quali dalla fine dell'Ottocento realizzarono con costanza e dedizione l' impareggiabile giardino romantico che si ammira oggi.

Norba. Inizieremo la seconda giornata visitando la vera perla dei Lepini, Norba la cui origine si perde nella notte dei tempi e che divenne colonia romana a partire dal V secolo. Il sito archeologico è sospeso a 450 metri a picco sulla pianura Pontina e comprende terrazzamenti, mura ciclopiche di 2,5 chilometri che disegnavano un cerchio regolare, nonché un impianto urbanistico perfettamente conservato. Salendo sullo zoccolo che sosteneva l'acropoli minore si presenta un panorama unico per vastità e bellezza che va dal monte Circeo fino alle pendici dei Colli Albani, passando per l' altissima meridiana della Torre Pontina che svetta al centro geometrico della pianura; il tutto sovrastato da una striscia scintillante di mare.

Selva di Cori. Una volta completata la visita di Norba, effettueremo una breve escursione, su comoda carrareccia, nella Selva di Cori. Ai piedi del versante meridionale del monte Lupone, la Selva di Cori è uno dei boschi più interessanti dei Lepini e senz' altro il più bello ed emozionante del versante che guarda la pianura ed il Tirreno. Passeggiata di tre ore con un dislivello di circa 250 metri.

Cori. Concluderemo la giornata con la visita della città di Cori, attraverso le ripide e tortuose stradine del paese per conoscere le numerose attrattive che la città ci offre (mura poligonali, tempio di Castore e Polluce, chiesa di S. Oliva), fermandoci infine ad ammirare il panorama attraverso il pronao del tempio di Ercole che si affaccia sulla pianura Pontina in direzione del monte Circeo.

PROGRAMMA

Sabato 14 maggio 2016: Perugia - Oasi di Ninfa - Castello di Sermoneta – Norma

Ritrovo dei partecipanti al piazzale del Borgonovo loc. Centova alle ore 6,30; carico bagagli e partenza per l'Oasi di Ninfa.

Arrivo dopo circa tre ore e mezzo di viaggio (soste escluse).

Alle ore 10,45 incontro con la guida dell' Oasi e inizio della visita che dura circa 1 ora e 15 minuti; al termine, spostamento alla vicina abbazia di Valvisciolo e visita libera;

Pranzo al sacco a cura dei partecipanti.

Alle ore 15,15 incontro con la guida del Castello di Sermoneta e visita della durata di circa 1 ora;

al termine visita libera della cittadina di Sermoneta.

Nel tardo pomeriggio spostamento a Norma, sistemazione in albergo, cena e pernottamento.

Domenica 15 maggio 2016: Rovine di Norba - Selva di Cori – Cori – Perugia

Prima colazione in albergo, incontro con la guida e visita dell' area archeologica della città romana di Norba.

Spostamento in autobus fino alla Selva di Cori; escursione, pranzo al sacco a cura dei partecipanti.

Nel pomeriggio visita guidata di Cori e, al termine, partenza per Perugia.

Rientro a Perugia: previsto per le ore 22 circa.

Interesse: naturalistico, paesaggistico, archeologico ed artistico.

Difficoltà: nessuna.

Abbigliamento: si consigliano gli scarponi per l' escursione nella Selva di Cori, anche se il percorso è su di una carrareccia; scarpe comode per il resto del programma.

Quota di partecipazione individuale:

minimo 30 partecipanti: € 145,00

minimo 40 partecipanti: € 132,00

minimo 50 partecipanti: € 123,00

Supplemento in camera singola: € 10,00 a persona.

Supplemento camera superior € 40,00 a persona.

La quota comprende:

  • - Viaggio in autobus gran turismo come da programma;

  • - vitto e alloggio dell' autista;

  •  
  • - sistemazione in albergo ctg. 3 stelle in camere doppie o matrimoniali standard con servizi privati;

  • - mezza pensione in albergo: prima colazione a buffet, cena: piccolo antipasto, primo e secondo tipico, contorno, dolce, 1/2 litro di acqua minerale + 1/4 di vino della casa, caffè;

  • - ingressi a: Oasi di Ninfa e Castello di Sermoneta;

  • - visite guidate come da programma;

  • - assicurazione medico bagaglio.

La quota non comprende:

  • eventuali ingressi a Musei o aree archeologiche o altri luoghi dove è previsto un biglietto di ingresso, a parte quelli inclusi nella quota;

  • il pranzo del 1° e del 2° giorno;

  • la tassa di soggiorno, se istituita;

  • quanto non incluso alla voce “La quota comprende”.

In caso di non raggiungimento o di aumento del numero dei partecipanti previsto nell' offerta, la quota potrebbe subire variazioni.

 L’escursione è riservata esclusivamente ai soci in regola con il pagamento della quota sociale per l’anno in corso.

AllegatoDimensione
Cori Norba Ninfa.doc316 KB

Prenotazioni:


Per leggere i dettagli di questo campo, devi risultare iscritto all'associazione: se lo sei clicca qui:
Accedi.
In caso contrario Iscriviti o Rinnova
Pubblicato su