Skip to main content

MONTE AMIATA: il profeta Davide Lazzaretti

Data: 
Domenica 27 maggio 2018

Torniamo nei luoghi di Davide Lazzaretti e lo facciamo andando a visitare, camminando, la Torre di David e quant’altro resta in cima al Monte Labro del centro terreno e spirituale dell’esistenza e dell’opera del predicatore; ci sposteremo poi al suo paese natale, Arcidosso, per visitare nella splendido castello una esaustiva e molto interessante mostra sulla sua figura, sul suo pensiero e sui suoi apostoli.

Davide Lazzaretti (1834 – 1878) operò in Toscana, in particolare nella zona dell’Amiatino, con una predicazione visionaria che ebbe grande seguito che lo condusse però ad una tragica fine e per questo è stato chiamato il Cristo (o il profeta) dell’Amiata; al suo nome è legata l’esperienza della cosiddetta Chiesa Giurisdavidica.

Ritrovo e partenza: parcheggio Borgonovo: ore 7,30 precise

Tragitto in autobus: da Perugia, Piancastagnaio, Santa Fiora, Aiole. - Poco dopo Santa Fiora si lascia la provinciale in località Aiole in direzione di Roccalbegna e dopo due chilometri si giunge alla sterrata che segna l’inizio della camminata; si prende a salire con modesta pendenza e lasciando a destra la deviazione verso il Parco faunistico dell’Amiata si continua a salire per larghe svolte sugli spogli pendii del Monte Labro (o Labbro), Riserva Naturale Regionale; superato un bivio si tocca la Casa dei Davidiani per raggiungere un piazzale con un’area da pic-nic; siamo ormai all’ultimo tratto di salita che ci porta alla cima del monte, troneggiata dalla Torre di David (mt.1193) da cui si gode uno splendido panorama sull’Amiata. Poco sotto una grotta accessibile oggetto di culto in fondo alla quale c’è un notevole altare ipogeo eretto in memoria del predicatore (opportuna la torcia). Ma è tutta l’aera disseminata di resti dell’antico abitato che emana un particolare fascino.

Ritornati alla carrareccia, breve spostamento a piedi per giungere al luogo del pranzo (al sacco) con in bella vista ancora il Monte Labro e la Torre; poi, sempre per sentiero, si torna alla provinciale per salire in autobus e portarci rapidamente ad Arcidosso e visitare la mostra.

La mostra “Davide Lazzaretti cimeli e documenti” è esposta nel bel castello Aldobrandesco al centro del paese nelle sale dell’omonimo Centro studi e offre una esauriente testimonianza della vita dello stesso e dei suoi seguaci con foto, scritture, testimonianze iconografiche, materiali indossati e importanti tabelle esplicative, non da meno si ha possibilità di rivivere in 3D i luoghi sul monte visitati in mattinata.

Interesse: notevole interesse paesaggistico-naturalistico – storico - culturale

Difficoltà: nessuna in particolare con un dislivello non impegnativo di circa 300 mt. sia a salire che a scendere per uno sviluppo attorno ai 10 km. complessivi: adatta a tutti

Abbigliamento: obbligatori scarponi da trekking, opportuni i bastoncini.

Pranzo: al sacco, acqua da portare

Ritorno a Perugia: entro le ore 20

Quota di partecipazione individuale: da 12 a 15 euro a seconda del numero dei partecipanti + 3 euro ingresso mostra.

Un eventuale annullamento per maltempo o per qualsiasi altra causa verrà comunicato per email entro sabato 26 maggio; pertanto gli iscritti all'escursione sono invitati a controllare la loro posta elettronica, oppure a consultare il sito di NaturAvventura. In mancanza di comunicazioni, l'escursione risulterà confermata e si svolgerà regolarmente come da presente programma.

 

 

L’escursione è riservata esclusivamente ai soci in regola con il pagamento della quota sociale per l’anno in corso.

Prenotazioni:


Per leggere i dettagli di questo campo, devi risultare iscritto all'associazione: se lo sei clicca qui:
Accedi.
In caso contrario Iscriviti o Rinnova
Pubblicato su