Skip to main content

LE VIE DELL'ANTICHITA': la Via Francigena da San Lorenzo Nuovo a Bolsena

Data: 
Domenica 19 gennaio 2020



Proponiamo come prima uscita dell’anno 2020 una escursione lungo la 38a tappa della Via Francigena, considerata tra le più interessanti, sia per la bellezza del paesaggio sia per i siti che si incontrano. Questa Via è parte di un gruppo di strade di pellegrinaggio che dall’Europa occidentale, in particolare dalla Francia, raggiungevano Roma passando per alcuni dei luoghi più significativi del cristianesimo fra cui Acquapendente e Bolsena.
Per tale motivo iniziamo con una sosta ad Acquapendente per visitare, all’interno della Basilica del Santo Sepolcro, la cripta costruita su 24 colonne alto-medievali che custodisce la fedele riproduzione più antica del mondo del Santo Sepolcro di Gerusalemme. La leggenda vuole che la pietra macchiata di sangue, qui conservata, provenga dal sepolcro di Cristo.


Altro luogo di grande importanza per la religione cattolica è Bolsena, antica città di origine etrusca, ove nel 1263, durante la celebrazione della messa nella Chiesa di Santa Cristina, avvenne il Miracolo del sanguinamento dell’ostia. A seguito di questo evento papa Urbano IV istituì nel 1264 la Festa del Corpus Domini.
Ma la sacralità del territorio ha origini assai più antiche: in cima al Monte Landro, in posizione dominante il Lago di Bolsena, gli Etruschi edificarono un importante tempio, probabilmente federale, messo in luce nel 2011 con scavi effettuati dai gruppi archeologici di Grotte di Castro e Castel Giorgio con la collaborazione dell’Università di Venezia.


Partenza: ore 8.00 dal parcheggio Borgonovo – Centova
Itinerario in autobus: Perugia  - Città della Pieve (sosta per colazione)– Acquapendente – San Lorenzo Nuovo
Itinerario a piedi: Partendo da San Lorenzo Nuovo ( 503 m), dalla particolare piazza settecentesca, a forma ottagonale, realizzata dall’urbanista Francesco Navone, si scende in direzione sud, con bella vista sul Lago di Bolsena. Usciti dal paese si imbocca un sentiero nel bosco per qualche centinaio di metri fino ad arrivare ad un bivio; lasciata la Via Francigena si prosegue a sinistra per la sterrata che sale al sito archeologico del tempio etrusco di Monte Landro (584 m). Dopo una breve sosta, con spiegazione sull’importanza del luogo ed ammirato il magnifico panorama sul lago, si riprende il cammino scendendo verso la Via Francigena attraversando campi e fossi. Superata una cava si prosegue con leggeri saliscendi fra oliveti e casali fino ad arrivare al paese di Bolsena (350 m) . Visitata la Basilica di S. Cristina e prima di riprendere l’autobus, faremo uno spuntino con vino e dolci “delle nostre case”.

Difficoltà: il percorso si sviluppa principalmente su strade sterrate e sentieri ben tracciati con solo due brevi passaggi liberi per campi. Tuttavia è necessaria una buona condizione fisica per la lunghezza e i dislivelli: lunghezza: ca 14 km – dislivello in salita: ca 300 m ; in discesa ca 450 m;  tempo di percorrenza: 4.30 ore escluse le soste.
Interesse: paesaggistico, archeologico, artistico e storico-religioso.

Abbigliamento: obbligatori scarponi da trekking, giacca a vento, copricapo e ricambio da lasciare in autobus. Consigliati i bastoncini.

Pranzo: al sacco.

Ritorno a Perugia: previsto intorno alle ore 19.30 – 20.00.

Costo: Euro 15,00 a persona per il costo dell’autobus.

Un eventuale annullamento per maltempo o qualsiasi altra causa verrà comunicato per email entro sabato 18 gennaio 2020, quindi gli iscritti all'escursione sono pregati di controllare la loro posta elettronica, oppure di consultare il sito di Naturavventura. In mancanza di comunicazioni l'escursione risulta confermata e si svolgerà regolarmente come da presente programma.

L’iniziativa è riservata ai soci in regola con il pagamento della quota associativa 2020.

Prenotazioni:


Per leggere i dettagli di questo campo, devi risultare iscritto all'associazione: se lo sei clicca qui:
Accedi.
In caso contrario Iscriviti o Rinnova
Pubblicato su