Skip to main content

LE VIE D’ACQUA: I molini della Merse

Data: 
Domenica 12 maggio 2019

Ritrovo e partenza: con autobus loc. Centova ore 08.30  (prevista sosta colazione )

Percorso in autobus: Perugia, Siena, fraz. Orgìa (comune di Sovicille)

La giornata inizia con una sosta al borgo di Orgìa presso il suggestivo Museo del Bosco ed è anche una buona occasione per gettare lo sguardo su questo incantevole antico paese, prospicente la valletta di Brenna, lungo la Merse.

Ci spostiamo in autobus poi alla vicina Brenna, che mostra l’imponente Molino del Pero proprio lungo la via d’accesso; attraverso il paese si prende il sentiero lasciando sulla destra la piccola chiesa ed il cimitero. Si entra nella Riserva Alto Merse dove la sterrata corre lungo la gora che alimentava i mulini e il fiume Merse prima, il fosso Ricausa poi. Incontriamo il resti del primo, Mulino Sassa, poi procedendo ecco le visibili tracce della Steccaia, in un punto largo che mostra ancora i pali della paratia in legno, quindi nel bosco più fitto, il diroccato Mulino Ricausa, con le macine e i resti dell’apparato rotatorio ormai coperti di muschio, sopra il salto roccioso del fiume.

Presto si prende una mulattiera in salita che brevemente sale sotto le mura   di  Castiglion Balzetti  o Dio Sol Sa, come popolarmente venne indicato per la sua posizione remota e ancora lo ricorda visibilmente. Il castello, visitato in un precedente itinerario che partiva dall’altro lato della collina, viene lasciato per riprendere il sentiero che porta verso Montestigliano, imponente fattoria d’epoca, di cui percorriamo il viale d’accesso: quasi un chilometro bordato di cipressi!

Alla fine del suggestivo viale, giriamo verso il podere Montestigliano e qui inizia la parte più ‘selvatica’ del percorso, prima attraverso un campo e qualche scarpata a gradoni, poi dalla sommità di un rilievo, scendiamo con dovuta attenzione una mulattiera sassosa che ci riporta dentro le case di Brenna.

Difficoltà: Il percorso si sviluppa su sentieri ben tracciati e  strada sterrate, e presenta un dislivello in salita ed in discesa di 200 mt con un sviluppo complessivo di circa 12 km che percorreremo in circa 5 ore soste escluse .

Pranzo:al sacco.

 N.B. Non ci sono fonti d'acqua lungo il percorso

Interessestorico e naturalistico 

Abbigliamentoobbligatoriscarponi da trekking, consigliati bastoncini per la presenza di brevi tratti di sentiero ripido, giacca a vento e ricambio da lasciare in autobus

Costi:  in base al numero dei partecipanti ma compreso tra i 14 ed i 17 €

Ritorno a Perugia: intorno alle 19.00

Un eventuale annullamento per maltempo o per qualsiasi altra causa verrà comunicato per e-mail entro sabato 11 maggio; pertanto gli iscritti all'escursione sono invitati a controllare la loro posta elettronica, oppure a consultare il sito di NaturAvventura. In mancanza di comunicazioni, l'escursione risulterà confermata e si svolgerà regolarmente come da presente programma.

 L’escursione è riservata esclusivamente ai soci in regola con il pagamento della quota sociale per l’anno in corso.

Prenotazioni:


Per leggere i dettagli di questo campo, devi risultare iscritto all'associazione: se lo sei clicca qui:
Accedi.
In caso contrario Iscriviti o Rinnova
Pubblicato su