Skip to main content

LAZIO: La Via Appia, "Regina Viarum"

Data: 
Da sabato 30 settembre a domenica 1 ottobre 2017

Tutti conoscono la via Appia per averne percorso qualche tratto da Roma a Brindisi o per averne anche solo sentito parlare, essendo da sempre considerata la più bella e la più importante strada dell'antichità.

Anche la nostra associazione, nel corso degli anni, ha più volte toccato alcuni suoi tratti. Nel 2004 abbiamo percorso la parte iniziale della via, dalle mura Serviane a quelle Aureliane ed il tratto dalla Porta San Sebastiano fino alle catacombe di San Callisto. Nel 2005 un tratto di circa 2 km in pieno Agro Pontino tra le città di Itri e di Fondi.

Anche quest'anno è già stata meta di due gite (se ne è percorso un tratto in autobus per raggiungere il Parco delle Chiese rupestri della Murgia materana e soprattutto, si è percorso a piedi il tratto che dal Foro romano di Terracina raggiunge il Pesco Montano).

È nostra intenzione, nei prossimi anni, proseguire nella conoscenza di altri luoghi attraversati dall'Appia, quali il tratto campano tra S. Maria Capua Vetere e Benevento, la Basilicata settentrionale e la Puglia.

Per quanto riguarda il programma di questa gita, il primo giorno percorreremo il tratto urbano della via Appia che da Porta Capena, di fronte al Circo Massimo, giunge fino a Porta San Sebastiano. Pur essendo all'interno delle mura Aureliane, questa zona di Roma non è molto abitata ed è invece ricca di siti archeologici, monumenti storici ed artistici, parchi e giardini, di cui però, per l'incuria, il degrado, gli orari di apertura di alcuni luoghi assai limitati, la difficoltà nell'ottenere i permessi di visita di altri, potremo visitarne solo una parte.

Il secondo giorno percorreremo il tratto più bello e più ricco di testimonianze archeologiche (Villa di Massenzio, Mausoleo di Cecilia Metella, il Castrum Caetani, Capo di Bove, Villa dei Quintili), dove l'abusivismo edilizio, le privatizzazioni, sono meno evidenti; dove il traffico automobilistico è stato limitato e dove, negli ultimi anni, sono stati restaurati ed aperti al pubblico, pur con diverse deficienze, siti archeologici di eccezionale valore, a dimostrazione che la lotta contro coloro che stavano portando alla distruzione della via, definiti da Antonio Cederna “i gangsters dell'Appia” (amministrazioni pubbliche, enti religiosi, costruttori edili, ricchi privati, produttori cinematografici, attori famosi, ecc.) a volte può essere vincente anche in Italia.

Proprio per le grandi battaglie che dal dopoguerra si sono combattute a difesa di questo bene pubblico, l'interesse culturale di queste nostre passeggiate non si limiterà soltanto all'aspetto paesaggistico, archeologico, storico-artistico, ma sarà anche una lezione di educazione civica.

Successivamente invieremo le consuete schede di approfondimento. Per ora ci interessa riportare alcuni recenti interventi riguardanti la difesa di ciò che si è conservato, la denuncia dei continui attacchi e le proposte per ulteriori miglioramenti.

In fondo riportiamo per intero il bellissimo articolo di Antonio Cederna, pubblicato nel 1954, ma per molti aspetti ancora attuale.

 

PROGRAMMA DI MASSIMA

Sabato 30 settembre 2017

Partenza: da Perugia, piazzale del Borgonovo, lato Centova, alle ore 7,00 precise e da Ponte San Giovanni, piazza del Mercato, davanti alla caserma dei Carabinieri, alle ore 7,20.

Arrivo a Roma piazza di Porta Capena e incontro con la guida.

Percorso a piedi: dalla piazza di Porta Capena fino alla Porta di San Sebastiano lungo il viale delle Terme di Caracalla fermandoci a visitare i luoghi più interessanti lungo il percorso.

Pranzo: al sacco presso il parco degli Scipioni.

Nel tardo pomeriggio spostamento in autobus a Castel Gandolfo, sistemazione in albergo, cena e pernottamento.

Per motivi logistici il percorso potrebbe essere effettuato al contrario (da Porta San Sebastiano a piazza di Porta Capena).

 

Domenica 1 ottobre 2017.

Prima colazione in albergo; ore 8,15 trasferimento in autobus nei pressi della Tomba di Cecilia Metella; ore 9,00 incontro con la guida e inizio della passeggiata lungo la via Appia Antica nel tratto più caratteristico e più romantico, ombreggiato da pini e cipressi altissimi, fiancheggiato da sepolcri di ogni tipo e ricchissimo di testimonianze archeologiche di eccezionale valore. Visiteremo la Tomba di Cecilia Metella, il Castrum Caetani, la Villa di Massenzio, l'area archeologica di Capo di Bove, il Casale di S. Maria Nova e la Villa dei Quintili.

Lungo il percorso consumeremo il pranzo al sacco fornito dall'albergo.

Nel tardo pomeriggio, partenza per Perugia.

Rientro a Perugia: previsto per le ore 22,00 circa.

Interesse: archeologico-artistico, storico, paesaggistico e, come detto, civile.

Difficoltà: nessuna in particolare. I percorsi non sono particolarmente lunghi (circa 4/5 km), senza alcun dislivello, su asfalto o basolato; comunque, trattandosi di un programma molto ricco (soprattutto quello del  secondo giorno), per una migliore riuscita dello stesso, si richiede una fattiva collaborazione da parte di tutti, evitando perdite di tempo e rallentamenti.

Abbigliamento: scarpe comode.

Pranzi: al sacco. Per la giornata di domenica il pranzo è fornito dall'albergo. Per quanto riguarda quello del primo giorno, si ricorda ai partecipanti che durante il percorso non incontreremo locali dove poter acquistare cibi e bevande.

 

Quota di partecipazione individuale:

minimo 30 partecipanti:   € 165,00

minimo 35 partecipanti:  €  155,00

minimo 40 partecipanti:  € 145,00

La quota comprende:

  • viaggio in autobus gran turismo come da programma;
  • vitto e alloggio dell'autista;
  • ingressi ZTL Roma centro per autobus turistici. (Sembra imminente un aumento della tariffa, comportando così una revisione del costo del viaggio),
  • sistemazione in albergo ctg. 4 stelle (l'hotel Villa degli Angeli si trova su una sponda del lago Albano, di fronte a Castel Gandolfo, uno dei borghi dei Castelli Romani più belli e famoso per le Ville pontificie, residenza estiva dei papi;
  • trattamento di mezza pensione in albergo bevande incluse;
  • un pranzo al sacco a cura dell'albergo;
  • 2 visite guidate lungo la Via Appia Antica, con guida autorizzata per massimo 6 ore;
  • auricolari per entrambe le visite guidate;
  • assicurazione medica.

La quota non comprende:

  • il pranzo del primo giorno;
  • la tassa di soggiorno da regolare in loco;
  • gli ingressi a Musei, aree archeologiche ed altri luoghi dove è previsto il pagamento di u biglietto di ingresso;
  • quanto non incluso alla voce “La quota comprende”  

 

L’escursione è riservata esclusivamente ai soci in regola con il pagamento della quota sociale per l’anno in corso.

Prenotazioni:


Per leggere i dettagli di questo campo, devi risultare iscritto all'associazione: se lo sei clicca qui:
Accedi.
In caso contrario Iscriviti o Rinnova
Pubblicato su