Skip to main content

La notte di San Giovanni

Data: 
Venerdì 23 giugno 1995

 

Casa Bellini - Pakazzo D'Aiale 

L'ACQUA    

Dal pomeriggio raccolta di erbe odorose e di fiori nelle macchie circostanti casa Bellini, indispensabili per la realizzazione dell'acqua odorosa o centerbe. E' fatto obbligo per coloro che parteciperanno solo alla cena portare almeno un'erba odorosa, quale 1asciapassare alla festa (oltre la quota di partecipazione)

I FUOCHI

Alle prime ombre delle sera verranno accesi i fuochi che saranno il punto centrale della festa e dei suoi rituali, a ricordo dei fuochi che a centinaia, in un passato non molto lontano, venivano accesi in questa notte, sulle colline e le montagne di tutta Europa.

IL MANGIARE

I cibi, tutti rigorosamente a base di erbe, cotte e crude, senza carne, saranno portati da "ogni partecipante" alla cena, quale secondo lasciapassare alla festa. Ne sarà particolarmente apprezzata l'originalità.

LA VEGLIA

Intorno al fuoco, per tutta la notte o parte di essa, saranno raccontate storie, favole e leggende, tutte riguardanti la notte delle streghe. La musica sarà di circostanza.

IL BATTESIMO                     „

Alla fine della festa, come da rituale, tutti si bagneranno con l'acqua odorosa precedentemente preparata.

BUON NATALE

Per informazioni e adesioni alla festa: 

Fabrizio Pottini

Anna Belardinelli

Pina Bellini

Patrizia Placidi

Stefano Borgia