Skip to main content

Il sentiero degli Ulivi 1° tappa: da Spoleto a Poreta

Data: 
Domenica 3 dicembre 2006

VENTENNALE

Il Sentiero degli Ulivi fu ideato da alcuni soci del CAI di Spoleto e quindi nato con l'intento di far conoscere e valorizzare la fascia collinare e pedemontana che caratterizza gran parte della nostra regione, e che è dominata dall'Ulivo. Inizialmente limitato al tratto Spoleto-Trevi è stato successivamente esteso, con il coinvolgimento del Cai di Foligno, fino ad Assisi. L'itinerario, lungo circa 75 km, si snoda per la maggior parte tra i 350 e i 700 metri di altitudine, ed è articolato in 5 tappe. Ne proponiamo una ogni anno. La prima tappa è particolarmente interessante perché percorre il tratto iniziale della vecchia ferrovia Spoleto-Norcia, passando poi, fra oliveti e boschi, per piccoli borghi e castelli di grande interesse storico-artistico, come Eggi (affreschi del '400 del cosiddetto Maestro di Eggi), Bazzano Inferiore, Superiore, ed alla fine Poreta.

Partenza: da Perugia - piazzale del Bove - alle ore 7.30 precise, colazione lungo il tragitto.

Percorso in autobus: Perugia, Spoleto.

Itinerario a piedi: da Spoleto, dalla stazione della vecchia ferrovia Spoleto-Norcia, percorreremo per ca 3 km il vecchio tracciato, passando per la stazioncina di Licina, per due piccole gallerie scavate a mano nella roccia, e per lo spettacolare Ponte di Cortaccione, il più alto di tutta la ferrovia (60 m.), dal quale si può ammirare tutta la pianura spoletina e gran parte del percorso degli Ulivi fino a Trevi. Si lascia la ferrovia, che prosegue per la Caprareccia e S. Anatolia di Narco, prendendo a sinistra un ripidissimo sentierino (c'è una corda lungo il tratto più pericoloso) che scende in mezzo al bosco verso Eggi, antico castello, un tempo molto ricco e popoloso. Faremo una breve visita a due chiese, che evidenziano l'illustre passato del borgo: San Giovanni Battista (fra i vari affreschi votivi un bel dipinto dello Spagna) e la parrocchiale San Michele Arcangelo, con una serie di raffinatissimi affreschi del Maestro di Eggi). Si prosegue in salita in mezzo a grandi terrazzamenti di oliveti, per poi scendere verso l'antico borgo di Bazzano Inferiore. La meta successiva è Bazzano Superiore, che raggiungeremo con panoramica strada asfaltata (poco transitata) in salita, dove consumeremo il nostro pranzo al sacco. Nel pomeriggio scenderemo fra boschi ed oliveti verso Poreta passando per Santa Maria Reggiano, dove incroceremo la famosa Via della Spina. La giornata si conclude con una degustazione di olio novello presso il frantoio di Carlo Carletti, a Campello sul Clitunno.

Difficoltà: l'escursione richiede un buon allenamento per la lunghezza e i dislivelli: salita: ca 500 m, discesa: ca 450 m, ca 5 ore di cammino escluse le soste, km 16.

Interesse: naturalistico, paesaggistico, storico-artistico, gastronomico.

Abbigliamento: sono obbligatori scarponi da trekking, giacca a vento, k-way, copricapo e ricambio, da lasciare in autobus.

Pranzo: al sacco.

Ritorno a Perugia: previsto per le ore 18.30 - 19.00.

Costo: € 12 - 15 secondo il numero dei partecipanti, più una piccola quota per la degustazione, in corso di definizione.

Prenotazioni: da lunedì 27 novembre a venerdì 1 dicembre fino ad un massimo di 52 partecipanti, telefonando in ore serali a: Ineke Lindijer oppure Roberto Biscioni.

L’escursione è riservata esclusivamente ai soci in regola con il pagamento della quota sociale dell’anno in corso.

Pubblicato su