Skip to main content

A Giancamillo coi saluti del Presidente

Data: 
8/2000

A Giancamillo coi saluti del Presidente (8/2000)

Arfacce co’ ‘ste poesie.
‘Lsapete, soci, che ve dico:
Arconta le profacole
‘L sor Sanvico
Al monte Moricone la matina
‘L dopo pranzo giù pè la Valnerina
Nun vedeva l’ora de fuggì via
Tanto che a chésa
C’ha scritto ‘na poesia
Me so allora ditto:
Solo de le cene
Camillo guarderà lo scritto
E ‘nvece a bon ora
De ‘na assolata giornata
Te se presenta tutto togo
A ‘na stracanata
Calzoni corti, occhiale nero
Pareva che voleva camminare sul serio:
E ‘nvece niva dietro torto torto
E ‘nni tanto aripeteva
"Ciò qualche dolor de corpo".
Socio Camillo, facce acapì,
De le due l’una:
O camini sott’al sole
O componghi sott’a la luna

Renzo Patumi

Pubblicato su