Skip to main content

FISCHIA IL VENTO: L'eccidio di Scalvaia e l'alto Merse

Data: 
Mercoledì 25 aprile 2018

Siamo in Provincia di Siena a ridosso del territorio grossetano ove l’11 marzo 1944 la Guardia nazionale Repubblicana fascista di Grosseto fucilò per rappresaglia 10 giovani della Brigata Garibaldi “Spartaco Lavagnini” e in loro memoria ed in ossequio allo Statuto della nostra Associazione il 25 Aprile è per noi una data da non dimenticare.

Siamo in una zona molto importante dal punto di vista naturalistico e fra le più integre del centro Italia: il comprensorio dei fiumi Merse e Farma. Dopo la “stracanata” dello scorso anno nel basso corso del Merse, quest’anno percorreremo un anello che consente di godere appieno della parte alta del corso di tale fiume in un ambiente di grande bellezza a partire proprio dal corso d’acqua.

Ritrovo e partenza: parcheggio Borgonovo: ore 7,3o precise

Tragitto in autobus: da Perugia, Siena, S.Lorenzo a Merse, Monticiano (colazione), Scalvaia.

Appena prima del piccolo abitato di Scalvaia imboccheremo una piacevole sterrata che per oltre un’ora, con piacevoli saliscendi, ci porterà al cancello superato il quale inizieremo, sempre per buon sentiero, la discesa verso il Fiume Merse.

Giunti alle sue rive siamo ai ruderi della vecchia ferriera e da qui inizieremo a risalire tenendoci sulla sinistra orografica del corso d’acqua; è un tratto spettacolare caratterizzato dall’alternarsi di cascatelle e tomboli: le rocce che costituiscono le fratture del fiume sono tra le più antiche della Toscana (circa 350 milioni di anni) e con l’acqua offrono uno spettacolo da godersi appieno (pranzo sulle rive del fiume).

Ripartiti la strada si allontana progressivamente dal Merse sino a portarci ad una comoda sterrata con bella vista alla Frazione di Torniella; poco dopo si prende un sentiero che sale a destra e rappresenta il vero dislivello della giornata (circa 200 a salire); lo stesso ci porta direttamente al Borgo di Scalvaia (da segnalare la Chiesa di S. Biagio del XIII secolo.

Interesse: paesaggistico-naturalistico - storico

Difficoltà : nessuna in particolare con un dislivello non impegnativo di circa 300 mt. sia a salire che a scendere per uno sviluppo attorno ai 15 km. complessivi: adatta a tutti con un minimo di allenamento

Abbigliamento: obbligatori scarponi da trekking, opportuni i bastoncini. Ricambio in autobus in caso di temo incerto.

Pranzo: al sacco, acqua da portare

Ritorno a Perugia: entro le ore 20

Quota di partecipazione individuale: da 12 a 15 euro a seconda del numero dei partecipanti.

 

L’escursione è riservata esclusivamente ai soci in regola con il pagamento della quota sociale per l’anno in corso.

Prenotazioni:


Per leggere i dettagli di questo campo, devi risultare iscritto all'associazione: se lo sei clicca qui:
Accedi.
In caso contrario Iscriviti o Rinnova
Pubblicato su