Skip to main content

ETRURIA: Le Forre di Corchiano

Data: 
domenica 15 marzo 2015


E’ ancora Etruria con un territorio ove non siamo mai andati a camminare: Corchiano paese non notissimo ma con un territorio davvero interessante e con una qualità della vita riconosciuta nel 2010 con l’ambito premio nazionale di “Comune a 5 stelle” per le buone pratiche in tema di gestione del territorio e qualità della vita che il maestro Piovani, frequentatore della zona definisce di “cittadini di orgogliosa normalità” che dimostrano che “è possibile vivere secondo un modello comunitario non rassegnato, tentando di costruire una civiltà solidale”.
Da alcuni anni Corchiano, città falisca, l’antica Fescennum sta valorizzando le sue attrattive naturali, che noi visiteremo.
Partenza in autobus: ore 08,00 precise da Perugia – Pian di Massiano – Parcheggio Minimetrò -
Percorso in autobus: Perugia, Orte, Civita Castellana, Corchiano.
Itinerario a piedi: dalla Chiesa della Madonna del Soccorso ai margini del paese moderno entriamo nel Monumento Naturale delle Forre, splendido vallone con alte pareti di tufo nel cui centro scorrono decise le acque del torrente Frezza; in prossimità di cascatelle ci si ritrova su un bel ponte romano in tufo che permetteva alla Via Amerina di superarlo: sia sul lato destro che sul sinistro due splendide “tagliate” con iscrizione etrusca. Proseguendo la parete di sinistra mostra scenograficamente le numerose grotte e ripari scavati lungo il costone di tufo già al tempo dei Falisci e poi utilizzate per secoli sino a tempi non lontanissimi, nonché l’imponente sperone del primo abitato sovrastante la forra.
Risaliti al paese ne usciremo e dopo poche centinaia di metri incontreremo la vecchia Via Amerina con un importante e bellissimo tratto, quasi integro del suo basolato, al cui termine devieremo per cercare due imperdibili emergenze archeologiche poste ai margini della riserva WWF di Pian Sant’Angelo in uno splendido scenario naturale: il Ponte del Ponte, resti di un antico acquedotto attraversante la Valle del Rio Della Tenuta, visibile parte monumentale della diga di sbarramento ed uno dei cunicoli di regimazione, nonché la grande tomba falisca “del Capo” databile attorno al IV secolo a.C (350 – 240) con la sua facciata quasi integra.
Ritornati alla Via Amerina raggiungeremo la dimessa ferrovia Orte – Civitavecchia, tante volte incontrata in Etruria, e percorrendone un tratto arriveremo alla vecchia stazione di Corchiano ove concluderemo l’escursione.
Interesse: notevole valenza storica culturale nonché paesaggistico-naturalistica  Difficoltà : percorso adatto a tutti.Abbigliamento: obbligatori scarponi da trekking, k-way, giacca a vento e ricambio. Pranzo: al sacco Ritorno a Perugia: prima di cena
Costo: fra i 12 e i 15 euro ciascuno a seconda del numero dei partecipanti


L’escursione è riservata esclusivamente ai soci in regola con il pagamento della quota sociale per l’anno in corso.

Prenotazioni:


Per leggere i dettagli di questo campo, devi risultare iscritto all'associazione: se lo sei clicca qui:
Accedi.
In caso contrario Iscriviti o Rinnova
Pubblicato su