Skip to main content

CASENTINO: Monte Falterona e Lago degli Idoli

Data: 
Domenica 17 settembre 2017

Anche quest’anno, proponiamo una bella escursione all’interno del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, nella fattispecie sulle pendici alte del Monte Falterona  ed è tra gli itinerari da trekking più classici e noti che si possono percorrere in questa zona. Oltre alle bellezze naturalistiche e panoramiche ci offre il fascino di alti interessi storici, archeologici e letterari. Questa passeggiata ci condurrà infatti alle sorgenti dell’Arno, note anche come Capo d’Arno, che il Sommo Poeta Dante Alighieri cita nella Divina Commedia

per mezza Toscana si spazia

Un fiumicel che nasce in Falterona

E cento miglia di corso nol sazia

(Purgatorio, canto XIV)

Proseguiremo, poi,  alla vicina conca della Ciliegeta, dal 1838 più nota come Lago degli Idoli per i tantissimi reperti etruschi che vi sono stati ritrovati.

Quel piccolissimo lago pensile che si trova dove meno te lo aspetti; non in un fondovalle, ma nel pendio, proprio nel punto in cui, discendendo dalla cima, la pendenza si accentua. Fa pensare ad un’urna, un nido di rondine e, come se non bastasse, il livello dell’acqua si manteneva costante, con la risorsa si rinnovava continuamente rimpiazzando magicamente ogni prelievo, per cui lo faceva ritenere sacro.

Oggi sappiamo che l’acqua vi affluiva dal basso e dall’interno della montagna, accumulandosi nell'invaso stagno finché la pressione idrostatica non raggiungeva l’equilibrio. Ma tremila anni fa, questo fenomeno poteva avvenire solo per potere divino. E' così che, come in tanti altri luoghi, nasce il culto dell’acqua. Le acque del laghetto erano ritenute sacre e sembrava che avessero particolari proprietà benefiche e chiunque passava da qui, gettava nell’acqua un proprio idolo come voto alle divinità. I bronzetti del Lago degli Idoli, ritrovati nel 1838, vengono riconosciuti come offerte votive appartenenti ad una produzione databile in epoca etrusca-romana, fra il VI e IV secolo a.c.

Partenza:1° appuntamento  ore 7,30Ponte San Giovanni - parcheggio antistante la stazione dei Carabinieri. 2° appuntamento ore 7,45 parcheggio di Borgonovo (Perugia).

Itinerario in autobus:Ponte S.Giovanni – Perugia – Arezzo – Bibbiena – Poppi – Montalto di Papiano.

Itinerario a piedi: si parte dalla Chiesa di Montalto, (m. 875) due chilometri a monte di Papiano di Stia. Purtroppo, la troveremo chiusa e non sarà possibile visitarla all’interno. L’itinerario si snoda tra boschi di castagno, cerro, abete, faggio e quercia con suggestive viste panoramiche sul Casentino. Si segue il sentiero CAI2 in direzione Passo di Bocca Pecorina (m. 1085)  e arriveremo al rifugio di Vitareta ( m. 1130). Da qui in circa un’ora di cammino arriveremo a Capo d’Arno (m. 1358) dove si trova la sorgente e si prosegue per il Lago degli Idoli ( m. 1380) dove è prevista la pausa pranzo. Si continua per il sentiero CAI3  in direzione Prati di Montelleri ( m. 1420) e si torna al Rifugio di Vitareta attraversando un bellissimo bosco di abete bianco. Si prosegue per strada forestale con qualche breve intermezzo di discesa impegnativa e l’ultimo tratto si percorre nel Castagneto di Montalto con bellissimi alberi secolari, fino a raggiungere di nuovo la Chiesa di Montalto dove termina l’escursione.

Difficoltà: l'itinerarionon presenta particolari difficoltà, si sviluppa su strade sterrate e sentieri ben tracciati, c’è un breve tratto di discesa ripida ma fattibile. Tuttavia è necessario un minimo di allenamento ed una buona condizione fisica. Dislivello salita/discesa di 580 mt. - tempo di percorrenza: circa 5 ore escluse le soste.

Interesse:naturalistico e paesaggistico.

Abbigliamento:obbligatori scarponi da trekking, giacca antivento o kwaye ricambio da lasciare in autobus. Si consiglia l’uso dei bastoncini da trekking.

Pranzo:al sacco. Portare una buona scorta di acqua, durante il percorso non ci sono possibilità di rifornimento.

Ritorno a Perugia: previsto intorno alle ore 19,00 circa.

Costi: da€ 13,00  a € 15,00 in base al numero dei partecipanti.

Prenotazioni:


Per leggere i dettagli di questo campo, devi risultare iscritto all'associazione: se lo sei clicca qui:
Accedi.
In caso contrario Iscriviti o Rinnova
Pubblicato su