Skip to main content

APPENNINI: Monte Acuto - RINVIATA A DATA DA DESTINARSI PER MALTEMPO

Data: 
Domenica 4 marzo 2018

Tra i rilievi che occupano la parte centrale dell’Umbria, a ridosso della valle del Tevere, spicca con la sua inconfondibile sagoma Monte Acuto di Umbertide, che si erge quasi isolato e a forma di cono sulla pianeggiante valle sottostante. Il nome gli deriva dalla forma a punta e dai pendii e scarpate a picco naturale. Fa parte dei massicci mesozoici perugini (monte Tezio, monte Malbe, monte Elceto di Murlo, ecc.)

La posizione strategica di questa montagna era già conosciuta nel passato. A conferma di questo, lungo l’itinerario è possibile riscoprire le evidenti tracce di un castelliere denominato Cima Cerchiaia. Questa struttura di età protostorica, sfruttando la particolare morfologia dell’area, serviva a tenere sotto controllo visivo il territorio pedemontano sottostante. I resti della muraglia a secco limitano una superficie ellittica denominata localmente “cerchiaia”. Anche alla sommità di Monte Acuto era presente un presidio che faceva parte della rete di avvistamento e difesa delle vie di comunicazione che attraversavano il confine tra il territorio etrusco e quello umbro, ossia il fiume Tevere.

Successivamente tra il VI e IV sec. a.C. la vetta di Monte Acuto è divenuta sede di un santuario di altura dedicato a una divinità protettrice delle attività agricole e pastorali. Durante gli scavi svolti dalla Soprintendenza ai beni archeologici nel 1995 sono stati rinvenuti numerosi bronzetti votivi a testimonianza del culto propiziatorio che lì si praticava.

Partenza: 1° appuntamento ore 8,15 parcheggio di Borgonovo (Perugia)- 2° appuntamento ore 8,30 Ponte San Giovanni - parcheggio antistante la stazione dei Carabinieri (già colazionati – non sono previste soste colazione durante il tragitto in macchina)

Itinerario in macchina: Ponte S. Giovanni – E45 uscita Pierantonio (dove ci aspetteranno gli organizzatori Roberta e Luca)– proseguire per Strada del Pantano – arrivo a loc. Pian delle Nese.

Itinerario a piedi: si inizia a camminare da Pian delle Nese (342 slm), dopo un rudere si prende il sentiero a sinistra e si inizia a salire su un sentiero ripido e a tratti sconnesso. Alternando tratti di sentiero nel bosco e tratti di strada sterrata, si raggiunge Cima Cerchiaia (717 slm) dove è doverosa una sosta per ammirare i resti del muro perimetrale di un castelliere umbro (XIII – X secolo a.C.). Si prosegue per il sentiero 170b fino alla cima di Monte Acuto (923 slm). In quest’ultimo tratto si cammina sui prati e si possono incontrare dei cavalli in libertà. Dalla Cima si scopre un panorama vastissimo che spazia dal lago Trasimeno alla catena degli Appennini verso Gubbio ed Assisi. Dalla cima si scende rapidamente verso Galera e passeremo davanti ad un bellissimo agriturismo “Az. Agrituristica Monte Acuto” (532 slm), passeremo davanti a delle case di pastori fino a raggiungere di nuovo Pian delle Nese dove troveremo le nostre auto.

Difficoltà: l'itinerario è medio impegnativo, si sviluppa su strade sterrate e sentieri ben tracciati, e c’è un breve tratto di discesa ripida ma fattibile. E’ necessario un minimo di allenamento ed una buona condizione fisica. Dislivello salita/discesa circa 800 mt. - tempo di percorrenza: circa 6 ore escluse le soste.

Interesse: naturalistico e paesaggistico.

Abbigliamento: obbligatori scarponi da trekking e giacca a vento. Considerando le temperature di questi giorni, prevedere abbigliamento da montagna. Si consiglia l’uso dei bastoncini da trekking.

Pranzo: al sacco. Portare una buona scorta di acqua, durante il percorso non ci sono possibilità di rifornimento.

Ritorno a Perugia: previsto intorno alle ore 16,00 circa.

Costi: costo del carburante da dividere tra i membri dell’equipaggio.

 

L’escursione è riservata esclusivamente ai soci in regola con il pagamento della quota sociale per l’anno in corso.

Prenotazioni:


Per leggere i dettagli di questo campo, devi risultare iscritto all'associazione: se lo sei clicca qui:
Accedi.
In caso contrario Iscriviti o Rinnova
Pubblicato su