Skip to main content

15 anni di NaturAvventura. Incontro con Padre Renato Kizito Sesana

Data: 
Giovedì 17 maggio 2001

Palazzo Penna - Via Podiani - Perugia - ore 17,30

  COMUNE DI PERUGIA

  Assessorato alle Politiche di  Coesione Sociale

  NaturAvventura

  Associazione Culturale

  Padre Renato Kizito Sesana

  Genocidio di un popolo: I Nuba

 

 

L’Assessorato alle Politiche di Coesione Sociale del Comune di Perugia con il suo patrocinio e l’Associazione Culturale NaturAvventura di Perugia vi invitano ad un incontro che vuol farci conoscere una realtà dura, complessa, poco nota, forse meglio volutamente ignorata, qual è oggi quella di gran parte dell’Africa centrale.

Perugia, città democratica e della pace che il prossimo 14 ottobre, dopo l’Assemblea dei popoli, vedrà partire la marcia verso Assisi, non possono e non debbono ignorare ciò: per questo una Associazione cittadina laica come NaturAvventura non ha avuto alcuna esitazione a connotare la prima iniziativa dei suoi quindici anni di attività raccogliendo la disponibilità di una testimonianza di questo straordinario missionario comboniano, scrittore e giornalista e proponendo alla Amministrazione Comunale l’opportunità, anch’essa accolta immediatamente, di sottolinearne la validità dando il proprio patrocinio.

E’ un patrimonio della nostra città, di chi vi è nato, di coloro i quali l’hanno conosciuta, ma soprattutto di tutte le donne, gli uomini, le bambine e i bambini che sempre più spesso e in maggior numero da tante realtà del mondo verranno da noi e vorranno trovarlo e consolidarlo.

PROGRAMMA DEI LAVORI

Ore 17,30 Introduzione: Renzo Patumi Presidente NaturAvventura

Ore 17,45 Presentazione: Francesco Mirabella

Ore 17,55 Proiezione Filmato Video

Ore 18,30 Intervento: Padre Renato Kizito Sesana

Ore 19,00 Interventi

Ore 19,30 Intervento: Vladimiro Boccali Assessore alla Coesione Sociale del Comune di Perugia

Renato Kizito (nome di un giovane ugandese ucciso negli anni sessanta) Sesana nasce a Lecco nel 1943 ove lavora alla Moto Guzzi come perito meccanico. Entrato nei missionari comboniani, lavora da subito nella redazione del mensile Nigrizia che dirige dal ’73 al ’75 e di cui a tuttoggi ne è direttore responsabile.

Negli anni 70 viaggia in lungo e in largo il continente africano e per quasi un anno permane nel ghetto nero di Watts a Los Angeles. Nel ’77 parte per lo Zambia e con alcuni laici africani fonda la prima comunità "Koinonia" che si occupa dei ragazzi di strada; dall’88 lavora in Kenia , ove anche a Nairobi inizia l’esperienza di Koinonia e promuove le attività di alcuni gruppi locali sulla pace. Nell’89 inizia a viaggiare nelle zone del Sudan controllate dal movimento di liberazione SPLA, accanto ad una intensa attività umanitaria in favore del popolo Nuba che tuttora continua. Nel 1996 partecipa alla fondazione della Associazione italiana "Amani" ("pace" in kiswahili) di cui è presidente.

Scrittore e giornalista, accompagna la sua attività nel territorio a quella insostituibile di divulgazione, (autore di alcuni libri) che svolge su quotidiani e periodici laici e cattolici africani. Con un gruppo di giornalisti laici africani, ha fondato il sito Internet Africanews.

Amani Onlus è una associazione laica, fondata da professionisti della città di Milano, che volontariamente prestano la loro opera con e a favore delle genti d’Africa, in particolare nelle comunità rurali, accanto alle vittime di guerra, nelle periferie delle grandi città, insieme ai giovani, nelle redazioni di giornali e riviste.

La più vasta circolazione delle idee, lo scambio di esperienze e la comunione di impegno con la gente locale sono ritenuti fondamentali per favorire e contribuire allo sviluppo, alla pace e a una giustizia duraturi: occorre sensibilizzare, informare e coordinare progetti per e insieme alle popolazioni africane, privilegiando un’informazione corretta, anche con l’uso delle tecnologie più moderne. Ogni popolo diventa così protagonista della propria storia.